Editoriale 1926

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

Ad Hannover, gli studenti si comportano intenzionalmente, consapevolmente e sistematicamente come mascalzoni allettando il professor Theodor Lessing, interrompendo le sue lezioni, saltando le proprie lezioni, tenendo riunioni, non imparando le lezioni, facendo cavalcate dimostrative, cantando frasi nel mondo in cui non hanno pensato a niente e gli altri non possono pensare a niente. L'elmetto d'acciaio le nutre ... >> leggi tutto

Il momento più pericoloso della situazione politica interna in Germania risiede probabilmente nel fatto che abbiamo una repubblica, ma nessun cittadino repubblicano o troppo pochi. Abbiamo un modulo ma nessun contenuto; una botte, ma niente vino. >> leggi tutto

A questo punto, per quanto grande possa essere la mia inclinazione, non posso rimettere l'osservazione preliminare che in tutta la mia disposizione originale sono in una relazione strettamente affermativa con il cittadino. È quasi impossibile per me pensare di essere trapiantato all'estero. >> leggi tutto

Nessuno slogan politico deve accettare grossolani equivoci e stupide interpretazioni rispetto alla vecchia richiesta democratica - o affermazione - dell'uguaglianza di tutti i cittadini. >> leggi tutto

Come documento dell'opposizione, il Sonntags-Zeitung è stato fondato ed è stato gestito finora, e intende anche persistere in esso. In breve, si oppone alla tendenza prevalente nell'intera vita pubblica della Patria, nella stampa, nella politica, nell'economia e nella cosiddetta "cultura", che di solito è compresa da slogan come nazionalismo, capitalismo, clericalismo e simili. >> leggi tutto

Con mia vergogna devo confessare che durante la guerra avevo creduto a lungo nella leggenda ufficiale del suo scoppio: la Germania era stata attaccata dai suoi nemici. Perché non riuscivo proprio a immaginare che un paese così "cerchiato" provocasse Handel con il suo Umliegern. >> leggi tutto

Il consolidamento dell'Europa in qualche forma è diventato una necessità oggi. Credo che si possa mettere in piedi questa tesi senza trovare la contraddizione di una persona pensabile. >> leggi tutto

La nuova era vuole anche il vecchio dio della guerra su Marte. E non è sbagliato. Per tutto il tempo che indossava lance e scudi, era un nobile combattente cavalleresco. Ma dal momento che ha una maschera antigas e si scava nel terreno, si è scavato la tomba. >> leggi tutto