Editoriale 1928

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

Prendi la quantità disponibile di desiderio socialdemocratico per il governo e mescola copiosamente con il potere del potere salvavita e delle grandi imprese tedesche (con una dose di astuto uso intelligente come legante), versaci sopra qualche goccia di olio democratico e lascialo durante la notte. >> leggi tutto

L'industria cinematografica usa la campagna elettorale per esentare i film dalla tassa sul divertimento: ogni giorno nei cinema vengono mostrate diverse centinaia di migliaia di elettori: "Prima di votare, chiedi al partito: i film sono esentasse?" >> leggi tutto

Se vado con una pipa in fiamme sul fienile del mio stesso setaccio, alcune braci cadono, il setaccio brucia, - cosa ne pensi, cosa succede a me, anche se forse nemmeno qualcun altro è venuto a nuocere tranne me stesso?

Se, come dipendente di Meier, do cinquanta punti a un povero viaggiatore che mi porta fuori dal fondo che mi è stato affidato - l'importo che il capo prende ogni sera per renderlo esultante - pensi che me lo lasceranno fare? >> leggi tutto

Il referendum avviato dal Partito Comunista, che voleva vietare la costruzione di navi da guerra, è fallito. Sono stati espressi solo circa due milioni di voti, metà del numero che sarebbe stato necessario per portare la proposta di legge davanti al Reichstag e un possibile referendum successivo. >> leggi tutto

Soldi ovviamente. E per cosa? Per spiegare questo non si può fare senza una piccola digressione storica: Napoleone I tolse la sua sovranità da una serie di principi tedeschi. Per questo, nell'anno 1815, compensò il re di Prussia prestando loro una sorta di mezza sovranità, la "sovranità della nobiltà". >> leggi tutto

Jakubowski, un prigioniero di guerra russo, è a 26. Marzo 1925 condannato a morte da una giuria del Meclemburgo e condannato a 15. Febbraio 1926 è stato eseguito. Con ogni probabilità è diventato vittima di un omicidio giudiziario. >> leggi tutto

... scritta rossa su sfondo bianco: "Non credere alle vertigini!" Questo poster avrebbe quattro settimane prima delle elezioni elettorali per restare attaccato a ogni cartello, ogni recinto e ogni porta della stalla in Germania e essere rinnovato settimanalmente sabato sera da sabato a domenica. >> leggi tutto

Fritz Lang, il regista del film "Metropolis" e altre strisce di celluloide ugualmente monumentali e kitsch, scopre una giovane attrice, Miss Dyers. È contrattualmente impegnato in sei anni e le assicura un salario crescente di anno in anno ... >> leggi tutto