Risveglio tedesco

- Yg. 1933, No. 1 -

L'ho sempre detto (ma qualcuno ascolta un vecchio?). E ora è arrivato il momento: la Germania è in uno stato di risveglio. Esperienza da non dichiarare!

Uno avrebbe dovuto prevederlo. Queste continue e stimolanti chiamate (singolarmente e in coro), la Germania potrebbe svegliarsi, erano solo un gioco con il fuoco. Per quanto è facile prendere sul serio tali richieste frivole! Con quanta facilità la Germania potrebbe davvero svegliarsi! (Non si deve dipingere il diavolo sul muro, mia nonna soleva dire in questi casi, che donna saggia, la vedo ancora come oggi!).

E ora abbiamo il casino. I testardi risvegli dei nostri nazionalisti hanno avuto successo. Ovunque siamo in uno stato di eccitazione e, di conseguenza, ora abbiamo l'opportunità di chiederci se non è così simile tra i popoli come viene affermato dagli individui: che lavorano meglio nel sonno che nel risveglio.

L'intelletto evidentemente sveglia l'ultima. Almeno uno ha questa impressione quando vede quali qualità sono state risvegliate in questo popolo finora. Difficilmente si può dubitare che non siano i migliori.

O è da accogliere con favore il fatto che le campagne elettorali oggi non siano più combattimenti con l'aiuto dei voti elettorali, ma quelli in cui la voce naturale (possibilmente rinforzata da microfono e megafono) così come le doghe di recinzione, le gambe delle sedie, i bicchieri di birra svolgono un ruolo giocare? Non riesco a trovarlo

Inoltre, non mi piace lanciare bombe alle persone nella direzione opposta. Dopotutto, mi sembra un segno di insufficiente autocontrollo. [...]

E va anche detto del teatro e del cinema che ora sono usati con preferenza come siti dimostrativi per il tendine del popolo di poeti e pensatori. Trombe, fischi, tamburi, bombe puzzolenti, polvere starnuti e analoga indispensabilità del risveglio dell'anima tedesca sono invasi da una visita al cinema o al teatro, proprio come una volta erano le caramelle o il cioccolato. Se avesse continuato a dormire, l'anima tedesca!

Tuttavia, mi è stato detto che alcune università tedesche sono ancora più vigili che nei cinema e nei teatri. Riesco a malapena a crederci, ma mi hanno detto così tante pagine che devo rimettere i miei dubbi. Alcuni professori, si dice, stanno vivendo figure di frequenza nelle loro lezioni durante la metà del semestre, che era comune all'inizio del semestre. E non sono affatto contenti. Perché ciò che attira i nuovi visitatori emergenti è meno la sete di conoscenza (che di solito cercano altrove per soddisfare) piuttosto che l'impulso di dare al docente in questione una prova della spiritualità tedesca appena risvegliata sotto forma di clangori, canti, imprecazioni, esibizioni musicali e pannelli della porta perforati per dare. Quindi uno non ha studiato ai miei tempi (quando la Germania dormiva ancora).

Nello stesso contesto, tuttavia, sembra ovvio che anche le scuole dovrebbero essere risvegliate oggi, non allo scopo di un intenso lavoro, come gli innocui vorrebbero assumere, ma allo scopo di una certa politicizzazione. Secondo notizie credibili sui giornali, si dice che anche i ministri dell'istruzione lo abbiano confermato e che, secondo quanto riferito, abbiano ottenuto notevoli successi. So da un paese tedesco particolarmente attento che gli allievi in ​​esso appartenenti potrebbero appartenere, ad esempio, alle associazioni nazionalsocialiste, che devono ricevere le vacanze fino ai sestani fino ai raduni socialisti nazionali e inviare telegrammi agli assassini bestiali se appartengono allo stesso partito In cui assicurano loro di essere orgogliosi di loro, di essere fermati per voti settimanali di coro, che sono diretti contro gli inventori del Trattato di Versailles, che da allora è stato rivisto più volte. Provocazioni e spionaggio dell'insegnante, nonché denunce di ogni tipo - sia sotto forma di rapporti di riunione, pubblicità inviate o segrete - sono; Lo sento, niente di più è raro. Le svastiche decorano non solo i bagni della scuola - dove si potrebbe ancora applicare - ma anche panchine e libri. In breve, un campo ampio e ampio si è aperto qui per gli effetti del risveglio tedesco.

Ancora una volta, l'ho previsto. Qualcosa del genere aveva Arriva quando hai svegliato l'anima tedesca intenzionalmente. esso potuto non è una buona conclusione. E adesso cosa facciamo? È abbastanza per trattenere il naso a lungo termine? O dovremmo anche provare ad abituarci alla nuova atmosfera che ha diffuso quel risveglio intorno a noi?

Temo di temere che non sia affatto una domanda a cui verrà data risposta da soli. Se il pesce pigro viene costantemente cucinato in un appartamento, di solito il resto delle famiglie di solito si prende cura, purché abbiano ancora il naso sensibile. E molto diversamente, penso, probabilmente non sarà sinonimo di prodotti della cucina tedesca di oggi.

1933, 1 Heinrich Kuhn