Editoriale 1932

Piccola cronaca per mettere gli editoriali nel contesto storico

15 gennaio: ci sono oltre sei milioni di persone Germania disoccupati.

26 gennaio: Discorso di Hitler davanti al club industriale di Düsseldorf

25. febbraio: Adolf Hitler ottiene il Cittadinanza tedesca.

13 marzo: nel primo scrutinio del elezioni presidenziali vince l'operatore storico Paul von Hindenburg chiaro prima Adolf Hitler, ma manca solo la maggioranza assoluta.

10. Aprile: Paul von Hindenburg torna tedesco al secondo scrutinio con il 53% dei voti Presidente del Reich selezionato.

13 aprile: il divieto di SA , SS in Germania dal ministro Wilhelm Groener nel governo Brüning caratteristiche. Costa la simpatia del cancelliere con il presidente Paul von Hindenburg ed è approvato dal governo a giugno Franz von Papen cancellato di nuovo.

13 maggio: dimissioni di Reichswehr e ministro degli Interni Wilhelm Groener

30 maggio: il cancelliere si dimette Heinrich Bruningün

9 luglio: il governo tedesco sotto Franz von Papen ha raggiunto la fine del Conferenza di Losanna una fine di im Trattato di Versailles pagamenti di riparazione imposti. L'opposizione nel Reichstag ritiene che il risultato della negoziazione sia insufficiente.

17 luglio: a Altona Blood Sunday, una sparatoria tra comunisti, nazionalsocialisti e polizia, 18 persone vengono uccise e 285 ferite.

20 luglio: al cosiddetto colpo di stato prussiano è avviato da cancelliere Franz von Papen attraverso a emergenza e proclamando i militari stato di emergenza il governo esecutivo prussiano, guidato da Otto Braun, dichiarato obsoleto.

25 luglio: chiusura Polonia e Unione Sovietica un patto di non aggressione.

31 luglio: dopo il elezioni generali rappresenta il NSDAP per la prima volta la frazione più forte.

12 settembre: cancelliere di Papen è rovesciato da un movimento di sfiducia e il Reichstag dal presidente del Reich Hindenburg disciolto.

12. ottobre: concordato zwischen dem Santa Sede , Baden

6 novembre: elezioni per il Reichstag, Perdita di voti dei nazionalsocialisti

17 novembre: dimissioni di Hindenburg sostenuto il cancelliere Franz von Papen

20 novembre: con il Industrielleneingabe A Hindenburg, 20 rappresentanti delle imprese chiedono che Hitler venga nominato Cancelliere.

29 novembre: Francia e Unione Sovietica concludono un patto di non aggressione.[1]

3 dicembre: Kurt von Schleicher viene da Hindenburg a cancelliere nominato e con la formazione di uno nuovo presidenziale istruito dopo Franz von Papen in precedenza sulle cancellazioni della coalizione di SPD , centro è fallito.

8 dicembre: dimissioni Gregor Strassers da tutti gli uffici del partito